Biocostruttori marini, imprese edili in mare


Per bio-costruttori si intendono tutti quelli organismi che, tramite processi bio-chimici, riescono a «costruire» scogliere e barriere in ambiente marino, dette di solito «coralline», questo perché i più conosciuti tra di essi sono appunto i coralli. I coralli sono antozoi, una classe di animali del Phylum degli Cnidaria (al quale appartengono anche le meduse). Il termine antozoi significa letteralmente "fiori animali" (dal greco anthos fiore, e zoon animale).
I coralli sono costituiti da piccoli polipi (da non confondere con i polpi che sono molluschi cefalopodi), simili ad anemoni di mare, radunati in colonie di molti individui simili che “abitano” una struttura costituita dallo scheletro calcareo da loro stessi «costruito». La maggior parte di questi animali ottiene il sostentamento dalle zooxanthellae,  alghe unicellulari simbiotiche che traggono energia direttamente dal sole. Il meccanismo in generale per il quale si ha la «costruzione» di un «coralligeno» è la precipitazione di carbonato di calcio controllata biologicamente.

L’esempio più vistoso sono le barriere coralline tropicali che si possono estendere per migliaia di chilometri e che rappresentano gli ambienti marini con la più alta biodiversità. Nel Mar Mediterraneo  il coralligeno cresce nella fascia tra i 25 e i 200 metri, e si può trovare lungo le coste o sulle secche marine. Oltre che ai coralli,  l’opera di biocostruzione è dovuta all’azione di altri invertebrati (es: spugne) ma soprattutto di alghe calcaree incrostanti quali rodoficee (alghe rosse) corallinacee, e peissonneliacee. Di particolare interesse sono le formazioni dominate dal corallo rosso (Corallium rubrum), tipico delle grotte semi-oscure del Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico orientale. La colorazione, insieme alla durezza dello scheletro interno (che a differenza di quello delle altre gorgonie è lavorabile) rende questa specie particolarmente adatta alla produzione di gioielli e oggetti artistici di vario tipo. Il valore del corallo finemente lavorato può superare quello dell’oro.

 

Torna al tour virtuale


Questo sito utilizza cookies per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformita` alla nostra Cookie Policy.