Pesci, i primi vertebrati


I vertebrati appartengono ad un Phylum (Chordata) di animali i cui altri membri sono Urochordata e Cephalochordata. Prove embriologiche e molecolari dimostrano che i cordati sono più simili agli  echinodermi piuttosto che ad altri animali superficialmente più somiglianti, quali gli artropodi. Una delle peculiarità dei vertebrati è quella di possedere un tessuto osseo non presente in nessun altro gruppo zoologico.
I pesci sono i primi vertebrati apparsi sulla Terra. Con il termine pesci, dal latino pisces, si indica un gruppo eterogeneo di organismi fondamentalmente acquatici, che nelle vecchie tassonomie assurgeva a Classe sistematica dei vertebrati. Con oltre 32.000 specie, rappresentano quasi il 50% delle specie del Subphylum Vertebrata. Sebbene non rappresentino un raggruppamento sistematico, sono accomunati da tratti esteriori evolutivamente convergenti o costanti, come l'idrodinamicità, la presenza di pinne per la locomozione e la respirazione prevalentemente branchiale. Si può dire che i pesci in senso lato comprendono tutti i rappresentanti del Subphylum dei vertebrati, escludendo il gruppo dei Tetrapoda, ovvero di quei vertebrati primitivamente dotati di quattro arti e variamente adattati all'ambiente terrestre (anfibi, rettili, uccelli e mammiferi). Da questo grande gruppo animale, infatti, si sono originati tutti gli altri vertebrati, per primi gli anfibi, che conservano ancora le loro origini acquatiche nelle larve (es: girini) che assomigliano appunto a piccoli pesci.

 

Torna al tour virtuale


Questo sito utilizza cookies per offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformita` alla nostra Cookie Policy.